GLI SPAZI IN COMUNE

Agriturismo Villa Coluccia, rifugio confortevole per artisti, famiglie, gruppo di amici, viaggiatori solitari. Le stanze dell’impianto architettonico Villa  ruotano attorno a due ampi spazi comuni: la “hall” e la cucina.

Nei due accoglienti e freschi locali, i muri in calce bianca e le coperture a volta creano un’ atmosfera distensiva e leggera.

La “hall” permette l’accesso alle camere e ospita due comodi divani letto, l’incantevole affaccio è quello dell’entrata principale: un grosso viale colorato da coppe di gerani si spinge fino alla preziosa nicchia votiva di San Francesco, opera del mastro cartapestaio Salvatore Sacquegna (Lecce, 1877Lecce, 1955).
La cucina in comune è completa, ospita anche un grande camino con porta ed una piccola  cantinetta  per i vini.
La piazzola esterna alla cucina è attrezzata per cene, una bellissima seduta costruita con tecnica di muretto a secco costeggia un pergolato di vite antica.
Nel primo vano del secondo impianto architettonico, l’ex colonica, dove si apre invece un piccolo camino-focolare, un lungo tavolo in legno occupa parte di un ambiente adatto a grosse cene, piccoli ricevimenti, banchetti e meeting. Lo spazio esterno è ricco di piazzole e pergolati.
Le panchine in pietra di “lecciso”, sparse per tutta la proprietà, permettono rilassanti sedute tra alberi di agrumi, di ulivo, di pero e melograno.

Diverse le varietà di alberi da fico, bellissime le pareti di fichidindia. Lungo il lussureggiante viale che collega la villa all’ex colonica corrono due file di cipressi abitati da rapaci.